Lecce, settimana di fuoco tra Disciplinare e coppa

via-del-mare

LECCE – Per il Lecce di Lerda è la prima, per così dire, settimana-tipo. I salentini si allenano respirando l’aria di casa, sospinti dal calore del tifo giallorosso, in vista della prima gara ufficiale della stagione.

Domenica, al ‘Via del Mare’, saranno in campo per la prima di Coppa Italia contro il sorprendente Chieti.

Gli abruzzesi guidati dall’ex Tiziano De Patre hanno sbancato il campo dell’Albinoleffe con un perentorio 3-0 e ora contenderanno a Giacomazzi e compagni la sfida al Torino di Ventura nel terzo turno.

Una settimana-tipo solo nella forma, perché in realtà sarà quella più importante dell’estate.

Entro il week-end la Disciplinare emetterà le sentenze, decidendo le sorti del Lecce. Sui piatti della bilancia ci sono le richieste di Palazzi (Lega Pro e meno sei) e le tesi difensive del collegio di Avvocati Sticchi Damiani-Grassani-Sambati-Coppi.

Tutto ruota intorno alla sola credibilità delle accuse di Andrea Masiello, intorno a cui Palazzi ha costruito il castello accusatorio nell’ambito del filone d’inchiesta barese.

Ultimi giorni con il fiato sospeso, a meno di venti giorni dal via del campionato di B.

La speranza è quella di vedere, sabato 25, Mister Lerda davanti alla panchina dell’Alberto Picco, intento a dare indicazioni ai suoi per cominciare, col piede giusto, l’avventura che tutto l’ambiente vorrebbe vivere.