Calcioscommesse, Sticchi Damiani: “Abbiamo smascherato le bugie di Masiello”

semeraro

LECCE – “Abbiamo smascherato con i documenti le bugie di Masiello e Carella” , le parole sono quelle dell’Avvocato Saverio Sticchi Damiani che insieme ad Andrea Sambati e Franco Coppi, costituisce il pool della difesa di Pierandrea Semeraro, coinvolto nell’inchiesta sul calcioscommesse.

Oggi è toccato alla difesa confutare le accuse, definite granitiche, dal Procuratore federale Stefano Palazzi che ha chiesto la retrocessione in C con 6 punti di penalizzazione per il Lecce. Oggi è stato il giorno della difesa, dopo quello dell’accusa che ha fornito alla Commissione disciplinare gli estratti conto di Semeraro jr, per provare che quei 240mila euro non erano destinati a rimpinguare le tasche dei protagonisti della combine Bari-Lecce del 15 maggio 2011.

 Secondo il legale, insomma, le testimonianze di Carella e Masiello sono inattendibili anche perchè, a dire di Sticchi Damiani, il giocatore Masiello avrebbe commesso un errore nel dichiarare di aver ricevuto soldi avvolti in fascette Monte dei Paschi di Siena. “Nessun prelievo è stato eseguito in quei giorni dal mio assistito”, dice Sticchi Damiani. La difesa ha, insomma, sottoposto all’attenzione della Commissione disciplinare documenti che smentirebbero le dichiarazioni dell’ex difensore del Bari. Sticchi Damiani preferisce non fare pronostici sul futuro del Lecce, vista la delicatezza dell’inchiesta.

 Un processo assai delicato quello che vede coinvolto il Lecce. Dopo la richiesta, retrocessione in C con 6 punti di penalizzazione, dell’accusa rappresentata da Palazzi, oggi la difesa di Semeraro jr ha giocato le sue carte. Ora, insomma, la parola passa alla Commissione disciplinare che dovrà emettere la sentenza di primo grado. Attesa fra l’8 e il 10 agosto.

Commenti

  1. andrea depa scrive:

    Quando tutto sarà finito ,speriamo che la paghino cara tutti quelli che hanno infangato il nome del Lecce.