Tragedia sulla 274, due morti e tre feriti

pronto soccorso

PRESICCE – Due vite spezzate, altre due appese ad un filo, una terza persona ferita, ma non in pericolo di vita. È il drammatico bilancio del terribile incidente avvenuto sulla 274 poco dopo lo svincolo di Presicce-Lido Marini, all’altezza del distributore Q8. L’ultimo week end di luglio si è macchiato di sangue intorno alla mezzanotte, quando due auto, una fiat 600 ed una alfa 147, per cause in fase di accertamento, si sono scontrate frontalmente. Le due vittime, Anna Laura Vitali, 29enne e Francesco Margarito, 35enne, entrambi di Ruffano, viaggiano insieme ad un loro amico e compaesano, Pasquale di Battista 27enne, a bordo della piccola utilitaria Fiat, condotta da Margarito. A bordo dell’Alfa, invece, marito e moglie di Casarano, Marcello Costa di 67anni e Rosanna Camisa, di 60. Lo schianto è stato devastante: dopo il violento urto frontale, le auto sono carambolate sulla strada per diversi metri. L’incidente ha coinvolto anche una Wolkswagen Passat, il cui conducente Giuseppe Serracca Guerrieri, 59enne leccese, non ha potuto evitare lo scontro con le altre due vetture. L’uomo è rimasto illeso. All’arrivo dei soccorsi, per Anna laura Vitali non c’era più nulla da fare. Gravi gli altri feriti, trasportati d’urgenza negli ospedali più vicini di Tricase, Gallipoli e Casarano. Gli sforzi profusi dai medici dell’ospedale di Tricase, purtroppo, per Francesco Margarito si sono rivelati vani. Il 35enne è spirato nella notte in ospedale. Pasquale di battista e Rosanna Camisa, invece, si trovano attualmente ricoverati a Tricase e Taranto con prognosi riservata. Il ragazzo è in rianimazione, mentre la 60enne è stata trasferita nella notte al nosocomio tarantino. Marcello Costa, conducente dell’alfa e ricoverato a Gallipoli, se la caverà in 35 giorni a causa della frattura del femore sinistro e di varie escoriazioni. I rilievi del terribile incidente sono affidati ai carabinieri della compagnia di Tricase. Ricostruire la dinamica a dovere sarà un compito difficile e richiederà del tempo. Tra le ipotesi, oltre all’impatto frontale, non viene escluso un sorpasso azzardato o una inversione di marcia. Sul posto, sono intervenuti anche gli agenti del commissariato di Taurisano. Le auto coinvolte sono state sequestrate, mentre si attendono per le prossime ore i risultati delle analisi eseguite sui conducenti delle auto.