Lolli alla guida dell’Autorità portuale

ferdinando-lolli

BRINDISI – Breve, discussa e commissariata. Finisce così l’esperienza di del Professore greco Hercules Haralambides al porto di Brindisi. Il Ministro alle infrastrutture Passera ha firmato il decreto di nomina del Commissario per l’Autorità portuale di Brindisi. A guidare il porto sino alla scelta di un nuovo presidente sarà l’Ammiraglio Ferdinando Lolli, 66 anni con  alle spalle sia incarichi amministrativi che tecnici dell’autorità marittima.

La nomina del Ministero è giunta dopo oltre un mese dalla decisione del Tar che ha dichiarato illegittima la presidenza di Haralambides per mancanza della cittadinanza italiana. Ricorso che aveva presentato uno dei candidati alla presidenza l’Ingegnere Calogero Casilli.

Il Professore greco ha impugnato la decisione del Tribunale amministrativo al Consiglio di Stato che ha fissato per il 28 agosto la discussione. Parte così l’era commissariale per un porto già in grandi difficoltà, con progetti rimasti in stand by, con un piano regolatore fermo al ’75, senza collegamenti garantiti, con situazioni debitoria da parte di alcuni armatori e con provvedimenti di Haralambides tutti da rivedere in quanto potrebbero decadere dopo l’illegittimità della nomina dichiarata dal Tar. Insomma tempi duri, sino a quando non partirà il nuovo iter istituzionale per la nomina di un nuovo presidente.