Legambiente, bandiera nera a Santa Cesarea

falesia a rischio crolli

S.CESAREA TERME (LE) – La bandiera nera dei pirati del mare tocca quest’anno al Sindaco di S. Cesarea Terme. A denunciarlo è Legambiente, nella campagna ‘Goletta verde’.

Sotto accusa i massivi lavori pubblici di consolidamento della falesia per la messa in sicurezza del costone che stanno trasformando il paesaggio in modo irreversibile.

Un intervento dannoso che si aggiunge ai vari progetti di cementificazione, primo fra tutti un progetto immobiliare di dimensioni faraoniche, tipico esempio di mattone selvaggio tirato su ‘con le carte a posto’, in parte  già realizzato, che una volta concluso sarà costituito da 536 appartamenti, correlati da attrezzature balneari e nautiche, parcheggi ed un ristorante, per una superficie totale di 60.197 metri quadrati in una zona classificata di notevole interesse pubblico che dovrebbe essere sottoposta a tutela.