Operai manifattura, il Ministero ‘inchioda’ Bat

bat_lecce

LECCE – Vertenza manifattura. Bat dovrà trovare una soluzione per la ricollocazione degli operai che non sono stati riassorbiti, nonostante il piano di  riconversione avviato nel 2010. Stamattina, dopo la richiesta di sindacati e  Provincia di Lecce, il Ministero dello sviluppo economico ha convocato le parti  per la verifica degli accordi presi nel dicembre di due anni fa.

Delle tre aziende che avrebbero dovuto prendere il posto di Bat negli stabilimenti di  viale Della Repubblica, soltanto Iacobucci viaggia spedita verso la  ricollocazione degli operai. Korus, attuale Ip, invece, è ferma perché – ha  dichiarato –  “Non ha ancora ottenuto l’agibilità da parte del Comune”.

Il nodo rimangono i 22 operai licenziati a fine giugno, di Hds che avrebbe dovuto occuparsi della manutenzione di impianti fotovoltaici, ma ha dichiarato di non  aver commesse. Di fronte a questo dato, i sindacati hanno chiesto unanimemente  a Bat di scegliere un’altra azienda al posto di Hds o far assorbire i lavoratori dalle altre due. Ed è sulla scia di questa richiesta che il Mise ha  riaggiornato il tavolo per il 15 settembre, con l’obiettivo di ricollocare  tutti i lavoratori entro l’anno.