Dopo il fulmine il sereno, TeleRama a pieno regime

tg telerama

LECCE – Lo scenario del giorno dopo è triste e racconta la devastazione, quella che le fiamme hanno portato in pochi, terribili minuti, nella sede di TeleRama. La fuliggine copre tutto, l’odore di ciò che resta, distrutto dal fuoco, è fortissimo e resta addosso per ore. Ma la tv del Salento è ripartita in tempi da record, tornando in onda già sei ore dopo.

Sei ore dopo che un fulmine si è abbattuto sulla sede leccese, nella zona industriale di Surbo. Ha attraversato un cavo della Telecom mandando in fiamme prima il centralino, poi tutta la reception e lasciando via libera alle fiamme nei corridoi, fino a lambire la redazione.

L’intervento dei vigili del fuoco ha scongiurato il peggio; il regista Beppe Pizzo ha riportato la frattura del polso in seguito ad una caduta durante la fuga, ma ora sta già meglio. E, il giorno dopo, prosegue anche il lavoro, incessante, dell’azienda ‘Biologica’. Regia e studio Tg sono salvi. E ‘TRNews’ va in onda, puntuale come sempre, mentre continuano ad arrivare, numerosissimi, gli attestati di solidarietà all’editore Paolo Pagliaro, alla redazione, ai tecnici. Sono centinaia: arrivano su Facebook, via e-mail o per telefono a tutti noi.

Dopo quelli di rappresentanti politici ed istituzionali, arriva la vicinanza del Prefetto di Lecce Giuliana Perrotta e del Questore Vincenzo Carella, dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti e di Confindustria. E ancora: è arrivato il messaggio del Sindaco di Monteroni Lino Guido, quello del Segretario della Uil Trasporti Antonio Perrone e quello di Casapound.

È l’abbraccio dei salentini, l’affetto della gente che da sempre ci segue. Lo sentiamo e vi ringraziamo, tutti, perché date ancora più forza alla passione di sempre, quella che non ci fa demordere, mai.