Operazione ‘Cinemastore’, arrivano le prime condanne

Operazione-Cinemastore

LECCE – Hanno patteggiato la pena davanti al Gup Carlo Cazzella, i primi 5 imputati coinvolti nell’operazione ‘Cinemastore’, condotta dagli agenti della Squadra mobile della Questura di Lecce, sotto la guida dei magistrati della Direzione distrettuale antimafia.

Associazione per delinquere di stampo mafioso, spaccio di droga, estorsione e gioco d’azzardo, le accuse di cui rispondono a vario titolo i 62 imputati, molti dei quali hanno scelto di essere giudicati in abbreviato, solo alcuni, tra cui i presunti capi promotori, andranno a dibattimento. Il presunto sodalizio criminale avrebbe agito tra Lecce, Brindisi e il Capo di Leuca.

Hanno patteggiato la pena a 2 anni di carcere: Luigia Pesolino Venuti, 49 anni di Alessano, Giuliano Calò, 33anni di Lecce, Salvatore Mosè Bramato, 35 anni di Alessano. Con il consenso del Sostituto procuratore Guglielmo Cataldi ha patteggiato 1 anno e mezzo Angelo Corrado, 32 anni di Lecce e 1 anno e 4 mesi Cosimo Danilo Dell’Anna, 38 anni di Carmiano.

Gli altri imputati che hanno scelto il rito ordinario e l’abbreviato saranno giudicati in autunno. La prima udienza è stata fissata per il 3 ottobre. Il collegio difensivo è costituito dagli avvocati Umberto Leo, Stefano Prontera, David Alemanno, Pantaleo Cannoletta e Giovanni Erroi.