Piattaforma logistica, guerra Brindisi-Francavilla

vitali-rollo

BRINDISI – Piattaforma logistica nell’area retroportuale, e scoppia la guerra BrindisiFrancavilla. Ad affilare le armi e l’Onorevole francavillese Luigi Vitali che attacca il nemico di sempre Marcello Rollo, oggi Presidente dell’Asi e quindi proprietario dei terreni nei pressi del porto di Brindisi dove dovrebbe sorgere la piattaforma logistica per il trasporto delle merci.  Secondo Vitali, non è necessario costruire di sana pianta una struttura visto che a Francavilla Fontana esiste già da anni e non è mai entrato in funzione il centro intermodale costato 12 miliardi delle vecchie lire.

“Qualcuno avvisi Marcello Rollo che deve fare il Presidente dell’Asi e non il rappresentante degli interessi economici di Brindisi – afferma Luigi Vitali rappresentante di Francavilla Fontana nell’assemblea dell’Asi-Ostuni – Francavilla Fontana e Fasano fanno parte a pieno titolo dell’ente e non possono servire solo a pagare le quote associative”. Vitali minaccia che se dovesse perdurare questa situazione,  non esclude di proporre al suo Comune di uscire dal Consorzio Asi. “Così Rollo e compagni – continua – le loro indennità se le faranno pagare da qualcun altro”.

 Da parte sua, l’Asi con gli altri enti locali compresa la Regione ha giustificato la realizzazione di una piattaforma a Brindisi visto la presenza del porto, ma anche della linea ferroviaria con la nuova stazione merci che sta per nascere. E alla domanda sull’intermodale di Francavilla non hanno dato risposte certe. L’Assessore regionale Minervini ha parlato di una possibile funzione di supporto che potrebbe nascere in futuro. Quello dell’intermodale, un progetto voluto da qualche politico, costato alla comunità miliardi di lire per essere solo dimora per topi.