Boom fotovoltaico, il Salento regno dei pannelli

campo-fotovoltaico

LECCE – I numeri sono impressionanti. Il fotovoltaico in provincia di Lecce è cresciuto, nel giro di un anno, dell’oltre 116%. Un boom che raddoppia la presenza dei pannelli installati e triplica la potenza in esercizio. Sono 7.112, infatti, gli impianti nel 2011 contro i 3.288 del 2010, per un totale di 573 megawatt contro i 172 dell’anno precedente. La variazione, in questo caso, è del 232%. Numeri da primato in Italia con Lecce che si conferma la provincia più dinamica in assoluto nella produzione di energia da fonte solare. A rilevarlo è l’Osservatorio economico di Confartigianato Imprese Lecce che ha elaborato gli ultimi dati del Gestore dei servizi energetici (Gse).

Proprio in Puglia ed in particolare nel Salento, il fotovoltaico è onnipresente. Si tratta, per lo più di piccoli, piccolissimi impianti. Dopo Lecce, segue Bari per numero di impianti, circa 500 in meno e per potenza. Terza Taranto con 3.145 impianti e poi Brindisi con 2.674, la provincia però che rispetto al 2011 ha registrato il maggiore incremento, pari al  171%. La produzione totale di energia in provincia di Lecce è di  587 gigawatt contro i 128 del 2010, un quarto totale degli oltre duemila gigawatt prodotti in puglia,  19,4 per cento della produzione complessiva italiana.

L’impennata anche nel salento è dovuta alla graduale entrata in esercizio di oltre 3.700 megawatt del cosiddetto decreto ‘Salva Alcoa’ nel primo semestre e dell’accelerata connessione degli impianti per non perdere (entro il mese di agosto) le ultime agevolazioni e le migliori condizioni del Terzo conto energia rispetto all’entrante Quarto conto.

Numeri che fanno il paio con quelli della  ‘filiera’ delle energie rinnovabili, nella quale la provincia di Lecce è la seconda in Puglia per le imprese della ‘green economy’. Dati positivi, per Confartigianato imprese Lecce, indica la strada della riduzione delle fonti fossili come quella da praticare. Strada, però, ancora tutta in salita e che, anzi, per il momento rimane sbarrata.