Sequestrati 150 chili di cibi scaduti, sigilli a minimarket

finanza

PULSANO (TA) – Cibi scaduti, mal conservati. Senza alcun rispetto delle comuni norme di igiene. Sequestrata tutta la merce di un  un minimarket di Pulsano: 150 chili di cibi vecchi e nocivi per la salute pubblica. La Guardia di finanza di Taranto, con gli uomini del Dipartimento prevenzione Asl di Taranto, hanno controllato il punto vendita trovando condizioni veramente fatiscenti.

Salumi, formaggi, pesce, bevande e altri alimenti andranno distrutti perchè pericolosi. Sulle etichette, in alcuni casi, è stata perfino corretta e aggiornata la data di scadenza, oppure è stata completamente cancellata, raschiata forse con un taglierino. Poca trasparenza poi su altri prodotti, venduti senza alcuna indicazioni circa la provenienza, gli ingredienti e la casa di produzione.

Parliamo di un quintale e mezzo di cibo sequestrato dalla Finanza. È stato chiuso, invece, un altro minimarket a Maruggio. Un’attività commerciale aperta solo nel periodo estivo. 100 mq di superficie e completa di attrezzature. Gli scaffali, pieni di merce pronta per essere venduta. Ma il tutto era sporco e tenuto in condizioni iguienico-sanitarie pessime. E non solo. L’attività, infatti, è risultata anche priva delle consessioni e autorizzazioni sanitarie necessarie.   Per questo  l’esercizio commerciale è stato colpito da un’ordinanza di chiusura.

 di Alessandra Martellotti