Rissa al ‘Guna beach’, due feriti e uno arresto

polizia-notte

BRINDISI – Botte da orbi, prima in spiaggia e poi davanti al parcheggio dell’ospedale ‘Perrino’. Due fratelli feriti, tre denunce per rissa ed un arresto è il bilancio di una rissa notturna iniziata poco dopo le 3 nella spiaggia di ‘Guna Beach’ ad Apani, transitata poi nel parcheggio dello stabilimento balneare, e proseguita nel parcheggio dell’ospedale ‘Perrino’ di Brindisi. L’allarme in Questura è arrivato poco dopo ed è scattato l’intervento in forze della polizia, per evitare che la situazione degenerasse oltre il dovuto.

La lite sarebbe scaturita per le attenzioni sgradite nei confronti di una ragazza. Dopo un primo scontro, due dei partecipanti al tafferuglio, due fratelli dei quali uno già noto alla giustizia, si sono messi in macchina per raggiungere l’ospedale e farsi medicare. Ma due degli avversari avevano deciso di non concedere tregua e li hanno seguiti a bordo di un’altra vettura.

I due fratelli sono stati intercettati dagli inseguitori, tra i quali Salvatore Lorenzo, proprio mentre dal parcheggio dell’ospedale cercavano di entrare nel perimetro del ‘Perrino’ e raggiungere il pronto soccorso. E’ scattato un secondo scontro molto violento in cui è spuntata anche una spranga, cui hanno posto fine i poliziotti di tre volanti accorse sul posto. In manette è finito il 21enne Salvatore Lorenzo arrestato, oltre che per rissa, anche per lesioni personali, mentre gli altri tre sono stati denunciati a piede libero per rissa. I due fratelli sono stati medicati dal personale del pronto soccorso e giudicati guaribili in 15 e 20 giorni, ma hanno rifiutato il ricovero.

di Antonio Portolano