Rapina con sparatoria a Melendugno, ferito un uomo

rapina  a melendugno1

MELENDUGNO – È arrivato in via Diaz in sella ad uno scooter. Forse ad aspettarlo fuori, mentre lui urlava e sparava, c’era un complice. Qualcuno dice addirittura due, probabilmente uno faceva da palo nelle vicinanze. Casco scuro in testa, un giubbino nero e in mano una pistola, il bandito alle 19.30 circa ha fatto irruzione in questa piccola filiale di Melendugno della Generali Assicurazioni. All’interno un impiegato, Francesco Paglialonga, 36 anni, di Maglie, ed un cliente. Tenendo a tiro Paglialonga, lo ha minacciato, urlando di consegnargli la cassetta contenente denaro contante.

Al rifiuto dell’impiegato, il rapinatore ha sparato. “Due volte” – hanno raccontato i vicini e la gente che era nella vicina Piazza Castello.

Uno dei due colpi è andato a segno, ferendo alla gamba destra l’assicuratore. Riuscito ad arraffare il bottino, il bandito è poi scappato, sempre in scooter. È allora che il cliente presente al momento della rapina ha chiamato aiuto. In pochi minuti è arrivata un’autoambulanza del 118 che ha portato il ferito nell’ospedale ‘Vito’ Fazzi di Lecce, dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico.

Il proiettile, partito da una pistola calibro 7.65, ha trapassato il femore, ma le condizioni di Paglialonga non destano preoccupazione. Non si sa a quanto ammonta il bottino. Paglialonga stava proprio per effettuare la ‘chiusura cassa’ quando ha fatto irruzione l’uomo armato. Certo è che i banditi conoscevano orari e movimenti dell’agenzia assicurativa, che apre a Melendugno solo 3 volte alla settimana e sapevano anche quando avrebbero trovato la cassa piena. Le indagini sono affidate ai carabinieri della Compagnia di Lecce.