Costa ionica, spiagge e campeggi al setaccio

carabinieri2_0

GALLIPOLI (LE) – Controlli a raffica sul litorale jonico: ispezioni notturne sulle spiagge, accertamenti e sequestri in pescherie e magazzini per la vendita all’ingrosso di prodotti ittici. I carabinieri della Compagnia di Gallipoli, nelle scorse ore passato al setaccio la costa, per contrastare il fenomeno dei campeggiatori abusivi sulle aree demaniali e le relative problematiche, sanitarie e di pulizia, connesse.

5 le sanzioni amministrative elevate nei confronti di altrettanti turisti, sorpresi mentre erano accampati sulla spiaggia, in aree non autorizzate. Per loro sono fioccate multe per un totale di 2mila euro. Gli accertamenti dei militari dell’arma hanno riguardato anche la salvaguardia della salute dei turisti: in particolare, i controlli dei carabinieri del N.a.s di Lecce e del personale del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Lecce, hanno interessato n. 2 pescherie, n. 7 magazzini per la vendita all’ingrosso di prodotti ittici, nonché n. 2 centri per la spedizione e per la vendita di frutti di mare.

In 5 casi sono stati registrati irregolarità, con sequestro amministrativo di oltre 300 kg circa, di prodotti ittici, nella fattispecie, pesce azzurro, poiché infestati da larve di Anisakis, molto pericoloso per la salute. Sequestrati oltre 6mila km di cozze e 100 di ostriche. In totale, sono state elevate sanzioni amministrative per circa € 25.000 e sequestrati prodotti ittici per circa € 30.000.

Sotto la lente dei militari sono finiti anche lidi e campeggi. A Salve, tre persone sono state sorpese a noleggiare ombrelloni senza autorizzazione, e denunciati per occupazione abusiva di spazio demaniale. E a Gallipoli, infine, le fiamme gialle della locale compagnia hanno sorpreso una coppia di 60enni di galatone, che avevano messo su, in località ‘Padula bianca’, una rosticceria, panetteria e cornetteria, senza disporre di alcuna autorizzazione, sia sanitaria sia amministrativa. Per i due è scattata la denuncia.