Consiglio, debutto tra le polemiche e Stefàno vara la mini-giunta

comune-di-taranto

TARANTO – Debutta tra le polemiche il nuovo Consiglio comunale. Tutti presenti (tranne BrisciUdc) i  neo  componenti  del parlamentino  comunale. Tra  loro  anche  il leader  nazionale dei  Verdi Angelo Bonelli, arrivato per primo in  aula. E  poi il gruppo Pd con  i ‘pelilliani’ schierati in prima fila,  gli  Sds, Sel, Capriulo e ‘citiani’ che nell’assemblea occupano ben 6 scranni.

E proprio uno dei ‘citiani’ è stato al centro  delle polemiche. È successo in fase di convalida degli eletti, la contestazione sull’ineleggibilità di Mimmo Ciraci che, secondo  parte  dell’opposizione, non si sarebbe dimesso per tempo dal cda dell’Amiu.  Una polemica a cui il consiglio ha dato 10 giorni di tempo per la soluzione.

Ma la vera novità  è stata la presentazione  in Consiglio della mini-giunta Stefàno. In squadra Francesco Cosa (Sds) e Lucia Viafora (Sel) – a loro posto in Consiglio entrano Nistri e Bellangino – più l’esterna con delega al patrimonio Barbara Scozzi scelta dal Sindaco come Assessore a progetto.