La vice Presidente Simona Manca: “E’ arrivato il momento per pensare e istituire la Regione Salento”

manca

Spending review “Accorpamenti inutili, meglio un’altra Regione”.    Simona Manca boccia la riforma degli enti locali del Governo Monti   Nel dibattito in corso sulla spending review che, tra le altre cose, ridefinisce competenze e confini delle Province italiane, interviene anche la vice presidente e assessore alla Cultura della Provincia di Lecce Simona Manca. 

“Il decreto sulla spending review, nella parte che riguarda le Province, non ha senso – spiega – ed è una riforma che produrrà certamente effetti negativi. L’accorpamento si tramuterà in un declassamento delle attuali Province a enti di secondo livello e ad un deciso depotenziamento delle funzioni e dei poteri. Ma, soprattutto, quello che più inciderà a breve scadenza è il taglio dei trasferimenti, cioè nel nostro caso meno 6 milioni di euro da qui alla fine dell’anno.

Senza contare che dal 2009 a oggi abbiamo già pagato una riduzione di ben 22 milioni di euro. Ecco perché ridurne il numero e svuotarle di contenuti e di funzioni equivale a creare scatoloni amministrativi senza alcuna utilità e comunque ancora significative fonti di spreco, come accadrà con le nostre province di Lecce, Brindisi  e Taranto. Credo che avrebbe  certamente più senso cancellare del tutto l’istituzione provinciale e creare qualche Regione in più, laddove possibile e necessario. Come nel caso – conclude la vice presidente della Provincia – di una micro-Regione del Grande Salento scorporata dalla Puglia. Questa è una battaglia che a questo punto, da Roma in giù, tutti quanti dovremmo fare”.