Lecce, parte l”era Tesoro’

LECCE – Parte l”era Tesoro’, con il passaggio di consegne e l’avvio, inizialmente, della co-gestione con i Semeraro. Una forma temporanea, dettata dall’attesa degli sviluppi delle indagini sul calciocaos. Il 15 settembre, quando per forza di cose ci sarà chiarezza su tutto, il club sarà interamente in mano ai Tesoro.

I primi passi (quello più importante, la nomina di Lerda come tecnico, è praticamente fatto) saranno infatti calibrati al millimetro, compreso il mercato.

La volontà di ripartire dallo zoccolo duro composto da Benassi, Giacomazzi, Delvecchio e (si spera) Di Michele non è un mistero, per il resto il grosso delle operazioni avrà la sua fase più calda tra qualche settimana. Se il mercato procede a rilento per la gran parte delle società, a maggior ragione il rallentamento vale per quei club che sono in attesa di deferimenti e processi.

Nel frattempo si procederà alla cessione di Brivio all’Atalanta (operazione che porterà nelle casse un discreto gruzzoletto, dopo l’ottima seconda parte di stagione del terzino ex Vicenza) e all’avvio dei contatti con quei calciatori che potrebbero rientrare nel progetto-Lerda.

Su tutti spicca il nome di Sgrigna, il cui agente ha già confidato il gradimento del suo assistito all’ipotesi giallorossa. Lunedì parola ai Tesoro e a Lerda, che potranno illustrare le rispettive intenzioni in chiave societaria e di gestione tecnica della squadra.