Presidenze Commissioni consiliari, partita già chiusa

pal carafa

LECCE – Non ci sono ancora i crismi dell’ufficialità, per la conferma bisognerà attendere il Consiglio comunale di domani pomeriggio, ma la partita delle presidenze delle Commissioni consiliari a Palazzo Carafa sarebbe già chiusa. Di quelle più ambite, bilancio-urbanistica e ambiente, la maggior parte sono andate al Pdl che avrebbe scelto Angelo Tondo per l’urbanistica, Gianni Garrisi ambiente, Fiorino Greco per la cultura, Lucio Inguscio i servizi sociali, mentre a Giuseppe Ripa mobilità e traffico. Il bilancio, commissione che non sarebbe dispiaciuta a Pierpaolo Signore, unico consigliere della componente mantovaniana, invece andrà a Orozino Tramacere di ‘Lecce città del mondo’. Una scelta dettata da una regola politica che vige a Palazzo Carafa, cioè : per le commissioni più importanti (bilancio e urbanistica) la presidenza spetta ad un gruppo politico diverso da quello che esprime l’assessore.

In questo caso l’assessore è Attilio Monosi del Pdl, il presidente di commissione invece Oronzino Tramacere di ‘Lecce città del mondo’, civica del Sindaco che porterebbe a casa anche gli affari generali per Gianluca Borgia. Mentre per la commissione urbanistica, che vede appartenere allo stesso gruppo politico, Pdl, sia assessore che presidente, si è scelto di comporre una commissione politica che vedrà la presenza di tutti i capigruppo tranne D’Autilia. Resterebbero in panchina, dunque, Nunzia Brandi  la quale sperava di spuntarla su Ripa e Signore.

Alla consigliera di ‘Azzurro Popolare’ potrebbe andare la delega allo sport, la nuova normativa lo consente, mentre per Pierpaolo Signore potrebbero aprirsi scenari diversi che valorizzerebbero la sua professionalità in materia contabile. A volerlo, sarebbe proprio il primo cittadino che avrebbe espresso rammarico per l’impossibilità politica di affidare il bilancio al mantovaniano. Lavori pubblici a Giampaolo Scorrano di Io Sud e l’annona dovrebbe andare a Rocco Ciardo de ‘La Puglia di tutto’ che ricopre anche il ruolo di capogruppo. Le due che spettano alle opposizioni garanzia e controllo andranno ad Antonio Rotundo e Sergio Signore. Sono ufficiali i nomi della presidenza di Consiglio e capigruppo. Alfredo Pagliaro di ‘Regione Salento’ presidente del Consiglio, vice vicario Paride Mazzotta di ‘Grande Lecce’, l’altro è Antonio Torricelli del Pd. Per la maggioranza i capigruppo sono: Damiano D’autilia per il Pdl, Antonio Lamosa ‘Lecce città del mondo’, Daniele Montinaro ‘Grande Lecce’, Rocco Ciardo ‘La Puglia prima di tutto’, Ciccia mariano ‘Io sud’, Bernardo Monticelli Cuggiò invece per Fli. Per le opposizioni invece Paolo Foresio Pd, Carlo Salvemini ‘Lecce Bene Comune’, Maria Paola Leucci per ‘Loredana per Lecce’, Loredana Capone ‘Gruppo misto’ e Luigi Melica per il centro.

di Francesca Pizzolante