Picchiata e violentata per ore da due rumeni, arrestati

arresto

GROTTAGLIE (TA) – Una serata con le amiche trasformata in un un terribile incubo per una giovane tarantina di  30 anni. La ragazza, domenica scorsa, aveva deciso di uscire con delle amiche per andare a bere qualcosa in un pub di Grottaglie. Hanno conosciuto poi due ragazzi di nazionalità rumena, poco più che ventenni.

I due hanno ispirato tanta fiducia alle ragazze che la trentenne, alla fine della serata, ha deciso di farsi accompagnare a casa da loro, lasciando le amiche al pub. Sulla strada verso Taranto però è iniziato l’incubo. Giunti nella campagne appena fuori Grottaglie, i rumeni hanno fermato l’auto e le hanno chiesto di consumare un rapporto sessuale  in tre.

Di fronte al rifiuto della giovane, sono andati su tutte le furie e l’hanno prima picchiata selvaggiamente e poi violentata per ore a turno.  Dopo l’inaudita violenza l’hanno fatta risalire in macchina e l’hanno accompagnata a casa. Lungo il tragitto, uno dei due rumeni ha minacciato di ucciderla se avesse raccontato a qualcuno dell accaduto. E l’altro le ha addirittura detto: “Ci vediamo domenica prossima”.

Ma la ragazza una volta a casa ha deciso di denunciare tutto alla stazione carabinieri di Taranto-Salinella. I militari, hanno rincuorato la donna e l’hanno accompagnata al ‘SS. Annunziata’ dove è stata visitata e dimessa con ferite da ecchimosi al collo e  alla parte inferiore dell’occhio sinistro. Sono scattate poi le indagini dei carabinieri della stazione Salinella e dei carabinieri di Grottaglie e, a meno di 48 ore dall’aggressione, la svolta: i due rumeni sono stati sottoposti a fermo di P.G. I due  hanno provato a negare l’accaduto, ma alla fine sono crollati ammettendo le proprie responsabilità. Adesso sono in carcere a disposizione del Pm titolare dell’indagine Enrico Bruschi.

di Alessandra Martellotti

Commenti

  1. elle scrive:

    auguro alla ragazza di superare il trauma. ma come persona e non solo come donna ,non salirei mai in auto con due persone da poco conosciute,nemmeno se avessero l’aureola.