Allarme rapine: ritira 50mila euro alle poste, ripulito

polizia

TARANTO – Tre colpi in meno di 24 ore. E torna l’allarme rapine nella provincia ionica. Paura tra Taranto e Mottola. È di 50mila euro il bottino della rapina a un dipendente della Concessionaria D’Addario.

Aveva appena prelevato, per conto della nota azienda tarantina, 39mila euro in contanti, circa 12mila euro in assegni, dall’Ufficio postale di viale Virgilio.

Uscito dalle poste centrali, è entrato nella sua auto ed è stato seguito, almeno stando alla ricostruzione degli agenti della squadra mobile che hanno avviato le indagini. La vittima ha raccontato di essere stato affiancato da una moto di grossa cilindrata con a bordo  due uomini con i volti coperti dai caschi. Gli hanno puntato contro poi una pistola, costringendolo a consegnare la busta con i soldi.

Altra rapina poi a corso Italia, alla stazione di servizio ‘Tamoil’. Due uomini con il volto travisato da passamontagna, di cui uno armato di pistola, si sono avvicinati al dipendente di turno nella stazione di servizio e, sotto la minaccia dell arma, si sono fatti consegnare 1.100 euro.

Messa a segno la rapina, i due sono fuggiti in direzione di via Ancona. Indaga anche in questo caso la polizia. Hanno aperto, invece, le indagini i carabinieri di Massafra sulla rapina in casa a Mottola ai danni di un’anziana picchiata e ripulita dell’oro, aggredita nella notte tra domenica e lunedì.

 

di Alessandra Martellotti