Lecce, il Ds Osti più vicino

carlo osti

LECCE – In settimana i Tesoro entreranno a far parte del Consiglio di amministrazione dell’Us Lecce che resterà in piedi fino a settembre quando nè sarà nominato un altro. I nuovi proprietari, tuttavia, sono già operativi e lo saranno ancora di più con l’ingresso nel Consiglio direttivo.

Entro il fine settimana i Tesoro dovrebbero presentarsi ufficialmente alla stampa e soprattutto presentare allenatore e staff tecnico. Per la panchina è stato scelto Franco Lerda, ex tecnico tra le altre del Torino. La società è già al lavoro per allestire la nuova rosa, ma ad Antonio Tesoro, che dovrebbe essere il nuovo responsabile dell’area tecnica potrebbe affiancarsi Carlo Osti convocato in Salento per un incontro con Tesoro, forse per prolungare la sua esperienza in giallorosso. Intanto nelle prossime ore potrebbe essere annunciata la cessione di Davide Brivio, esterno sinistro che piace all’Atalanta. La trattativa sembra poter andare in porto e nell’affare la società bergamasca potrebbe anche inserire una o più contropartite tecniche.

Non resta molto tempo invece per David Di Michele, al quale è molto interessato il Chievo. A breve i Tesoro formuleranno una proposta all’attaccante che ha chiuso la passata stagione con un bottino di 11 gol. Il bomber giallorosso, il cui contratto è scaduto il 30 giugno scorso, forse punta ad un biennale, mentre dai Tesoro potrebbe arrivare l’offerta di un accordo annuale.

Di Michele è molto legato alla città, ma la serie A è sempre la serie A. A parità di offerta l’attaccante, quasi certamente, sceglierà di continuare a segnare per la maglia giallorossa. Inoltre a Lecce ritroverebbe Franco Lerda, già conosciuto a Torino dove il nuovo allenatore giallorosso fece di tutto per trattenere l’attaccante in rotta con la tifoseria granata.

Per Lerda sarebbe uno dei punti fermi della squadra giallorossa, sicuramente un calciatore di esperienza e di riferimento per i giovani come Speziale, ad esempio ingaggiato dal Milan, pronti a crescere e a seguire i consigli di compagni più navigati.

La nuova proprietà sarà impegnata soprattutto nel mercato in uscita: se il Lecce non dovesse rimanere in serie B partiranno quai certamente  Benassi ed Esposito. Comunque sono con la valigia pronta Grossmuller, Piatti  e Cacia. Tagli necessari a causa dei rispettivi ingaggi a meno che, per esempio l’argentino Piatti, non decida di abbassarsi il proprio stipendio e proseguire in maglia giallorossa per riscattare le ultime due stagioni, a dir poco deludenti.