Il Pdl denuncia: ” Risonanza, serve un anno”

palese_rocco

LECCE – Nella Asl di Lecce, un anno per una risonanza dell’encefalo: è la denuncia che arriva dal centrodestra regionale, che parla di “vero e proprio scandalo nelle chilometriche liste d’attesa della sanità pugliese,partendo dal caso di una donna salentina a cui – scrivono i Consiglieri regionali  Rocco Palese, Antonio Barba, Andrea Caroppo, Erio Congedo, Roberto Marti e Mario Vadrucci –  il 25 giugno scorso è stata prescritta una risonanza magnetica dell’encefalo e chiamando il Cup per prenotare, ha avuto appuntamento per il 24 giugno 2013, quindi tra un anno”.

Per i Consiglieri di centrodestra è “vergognoso che in tutta la Asl di Lecce, la prima data disponibile per un esame così serio e delicato sia tra un anno ed è ancor più vergognoso ricordare le promesse del governo Vendola che in questi sette anni e mezzo, ha più volte garantito che avrebbe prima dimezzato, poi addirittura, azzerato le liste d’attesa che invece sono chilometriche.