Bomba a scuola: sull’aggravante terroristica, domani parla il Riesame

tribunale_lecce

LECCE – Il Riesame di Lecce si esprimerà domani sul ricorso presentato dall’avvocato Franco Orlando nell’interesse di Giovanni Vantaggiato, imprenditore di 68 anni di Copertino, autore dell’attentato alla scuola Morvillo di Brindisi, che il 19 maggio è costato la vita alla studentessa Melissa Bassi.

Il legale dell’indagato chiederà l’esclusione dell’aggravante delle finalità terroristiche per i reati di strage e detenzione ed uso di materiale esplodente.

Se il Tribunale del Riesame accogliesse il ricorso, l’indagine attualmente di competenza della Direzione Distrettuale Antimafia di Lecce (diretta dal Procuratore della Repubblica Cataldo Motta), tornerebbe sotto la direzione della Procura di Brindisi. In caso contrario il fascicolo resterebbe alla Procura di Lecce e in previsione di condanna,  la pena per Vantaggiato sarebbe di gran lunga più severa.

Nel frattempo la sedicenne Azzurra Camarda,una delle cinque studentesse rimaste gravemente ferite nel terribile attentato, ha lasciato l’ospedale ‘Perrino’ di Brindisi . Le altre sue compagne sempre ricoverate a Brindisi erano state dimessse nelle scorse settimane, mentre resta ancora nel reparto di ‘Chirurgia’ a Pisa Veronica Capodieci, le ustioni, il trauma toracico, per il quale ha dovuto subire diversi interventi,  richiederà un tempo di recupero molto più lungo.