A Ostuni parte la ‘tassa di soggiorno’

ostuni

OSTUNI (BR) – Da oggi pernottare nella ‘città bianca’ di Puglia, non sarà più gratis. Entra in vigore, infatti, a Ostuni la ‘tassa comunale di soggiorno’ (da 1 a 2 euro) collegata a una ‘card’ che consentirà ai turisti di accedere a una serie di servizi scontati. Queste le tariffe predisposte dall’unico Comune della provincia di Brindisi, particolarmente affollato l’estate anche per il suo ricercato litorale, che ha istituito la tassa per turisti: un 1 euro al giorno per il pernottamento nei camping; 1,5 euro negli alberghi da uno a tre stelle e in bed and breakfast, ostelli, case vacanze, affittacamere e agriturismi; 2 euro per soggiorni in strutture a quattro e cinque stelle.

Sono esentati i ragazzi sotto i 12 anni, gli appartenenti alle forze dell’ordine e i disabili.