Ufficiale: i carabinieri di Lecce traslocano nella ‘Pico’

carabinieri

LECCE – I carabinieri di Lecce traslocano ed entro la primavera del prossimo anno il primo scaglione troverà casa nella storica caserma ‘Pico’. L’ufficialità alla decisione la dà il Comando generale dell’arma, che mercoledì scorso ha pubblicato il bando di gara per la rifunzionalizzazione del piano terra e del primo piano del corpo B della storica caserma leccese, già sede del Centro documentale dell’Esercito e ora – si legge nel bando –  nuova sede del Comando provinciale dei Carabinieri di Lecce.

Le offerte per l’adeguamento vanno infatti consegnate entro il 6 agosto. Poi alla ditta vincitrice sono concessi trenta giorni per completare la progettazione e duecento giorni per l’esecuzione dei lavori. A conti fatti, quindi, entro la primavera del prossimo anno, la ‘Pico’ dovrebbe aprire le sue porte per accogliere una parte degli uffici oggi ospitati dal Comando provinciale. I nuovi locali hanno una superficie di 2.400 metri quadrati e dovrebbero trovarvi casa la stazione, la compagnia e forse anche il reparto investigativo, completo dei supporti tecnico-scientifici.

Il trasloco nella caserma ‘Pico’, una volta divenuto completo, ha però un vantaggio evidente: costituire una soluzione a costo zero per le casse dello Stato, rispetto all’attuale sistemazione. L’edificio di via Lupiae, infatti, è occupato in affitto dal Comando provinciale dei carabinieri, mentre la proprietà appartiene a una società riconducibile alla famiglia Tamborrino di Maglie. Qualche contrasto sul canone d’affitto era nato a partire dal 2006, quando ne era stato richiesto l’adeguamento, che il Ministero dell’Interno non sembrava intenzionato a concedere, tanto che il braccio di ferro era arrivato addirittura ad un preavviso di sfratto esecutivo da parte della proprietà nei confronti del Comando provinciale dell’Arma, ora ritirato sulla base di un accordo.

Ma la vicenda, di sicuro, avrà portato i vertici provinciali e quelli nazionale ad accelerare la ricerca di una soluzione definitiva e, possibilmente, a costo zero che ora è ufficialmente individuata nella caserma ‘Pico’. “L’intenzione è quella di trasferirvi tutto il Comando provinciale, ma è chiaro che occorrerà del tempo, anche nel pieno rispetto delle esigenze dell’Esercito”. A chiarire quale sia l’obiettivo in prospettiva è lo stesso Comandante provinciale dei carabinieri, Maurizio Ferla. “Una prospettiva di trasloco che – spiega il Colonnello – ha a che fare soprattutto con le esigenze logistiche dei carabinieri e poco o niente con il contrasto sul canone d’affitto. Ci stiamo muovendo per una soluzione definitiva per dare ai futuri comandanti provinciali, una sede che non sia fonte di preoccupazioni”- conclude il Colonnello.

 di Danilo Lupo