Ombrelloni abusivi: sequetrato lido fantasma a Torre dell’Orso

spiaggia_torre_dell_orso

TORRE DELL’ORSO (LE) – Ombrelloni e sdraio abusivi: scattano sequestri e denunce. Controlli a tappeto, nella baia di Torre dell’Orso, dove nelle scorse ore gli uomini della Capitaneria di Porto di Otranto, agli ordini del Tenente di Vascello Francesco Amato, insieme ai colleghi dell’Ufficio marittimo di San Foca, diretto dal Comandante Antonio Màscali, hanno ordinato lo sgombero di parte della spiaggia libera occupata illegalmente da lettini e ombrelloni piazzati dal gestore di una società che da anni opera nello stesso tratto di litorale offrendo ai bagnanti servizi e comodità, in quanto titolare di una concessione per spiaggia libera attrezzata.

Ciò significa che il cliente prende a nolo il lettino, la sdraio o l’ombrellone ma, una volta esaurita la giornata di mare, gli stessi vengono tolti perchè non si tratta di stabilimento vero e proprio.

E invece, stando ai rilievi eseguiti dai militari, con appostamenti e prove fotografiche, la società in questione concessionaria di  uno spazio demaniale di poco meno di 900 metri quadrati, avrebbe per così dire “invaso” un tratto di spiaggia libera di almeno 500 metri quadrati.

Il che, in numeri, si traduce in 66 ombrelloni per 132 fra lettini e sdraio, piazzati in maniera stabile senza alcun permesso. Della vicenda se ne è occupata anche il magistrato di turno, la dottoressa Francesca Miglietta, che ha disposto il sequestro delle attrezzature. Nei guai è finita una Srl. La denuncia è occupazione abusiva di suolo demaniale.