Castello svevo, il Sindaco in attesa di una risposta

Castello svevo  Oria

ORIA (BR) – Ancora nessuna risposta da parte del Ministero dei Beni culturali sulla riapertura al pubblico del Castello svevo di Oria. A rischio molti degli eventi che, lo scorso anno, resero indimenticabili le manifestazioni estive.“Mi auguro che, la prossima settimana possa ricevere qualche novità. Qualche buona novità, intendo”. Il Sindaco di Oria Cosimo Pomarico resta fiducioso circa una risoluzione dell’annoso problema Castello svevo che, a quasi due mesi dal dissequestro, continua a restare chiuso tanto ai cittadini  federiciani quanto ai turisti che, nei prossimi giorni, affolleranno il borgo medievale per gustare gli eventi che precedono il torneo dei rioni. Che quest’anno rischia davvero di perdere uno degli elementi che lo scorso anno resero un successo il cartellone estivo di Oria.

Ovvero il Castello, ancora chiuso al pubblico per volere della famiglia Romanin–Caliandro. Non sono bastati, ad oggi, gli accorati appelli lanciati dal primo cittadino che, prima con le buone e poi con le cattive ha cercato in qualche modo di smuovere le acque. L’ultima mossa, in ordine di tempo, è stata quella di scrivere al Ministero dei Beni culturali, cui spetterà a questo punto il compito di mediare con la Borgo Ducale. Che di par suo, resta fuori non solo dalle polemiche, ma anche dall’intera discussione. La riapertura del maniero, ci disse Emanuela Romanin, non è al momento un argomento di discussione in famiglia. Lo è, però, tra le stanze di Palazzo di città, dove fervono i preparativi per la stesura del tabellone delle manifestazioni federiciane. Spettacolari a prescindere ma, senza maniero, inevitabilmente castrate.

di Michele Iurlaro