Caduta fatale, Roberta morta per emorragia cerebrale

-Vito-Fazzi

LECCE – Esclusa la morte per violenza. Roberta Sangiorgio, la donna di 32 anni morta giovedi mattina al ‘Fazzi’ dopo 24 ore di coma, è deceduta a causa di una caduta.

É quanto confermato dall’autopsia, eseguita nelle scorse ore dal medico legale incaricato Alberto Tortorella.

La caduta dalle scale, poi l’emorragia cerebrale: questa la dinamica fatale costata la vita alla giovane donna originaria di Leuca.

Il Pm di turno, Francesca Miglietta, aveva aperto un fascicolo per omicidio preterintenzionale ma, a seguito dei risultati dell’autopsia, l’accusa potrebbe decadere.

Nel pomeriggio saranno celebrati i funerali ad Ugento, il paese dove abitano i suoi genitori.