Nodo capogruppo Pdl, la spunta D’Autilia. Giallo Ripa: dentro o fuori i mantovaniani?

comune lecce

LECCE – Se viene sciolto il nodo Capogruppo al Comune di Lecce, con la nomina di Damiano D’Autilia a rappresentare il gruppo consiliare, fra i mugugni di Nunzia Brandi e Giuseppe Ripa che avrebbero sollevato un problema di doppio incarico, provinciale e comunale, trascinando nel calderone anche Angelo Tondo, il quale oltre ad essere Consigliere comunale è anche Presidente dell’Asi, ma a loro Gabellone avrebbe risposto che sia D’Autilia che Tondo hanno fatto un passo indietro su Lecce, nonostante avessero le credenziali per entrare in giunta, ora se ne crea un altro e si tinge di giallo.

Giuseppe Ripa avrebbe dichiarato senza mezzi termini di essere fuori dalla corrente mantovaniana. I presenti alla riunione odierna che si è svolta alla presenza del Coordinatore provinciale Antonio Gabellone, Sindaco Paolo Perrone e gruppo Pdl al Comune di Lecce, confermano le dichiarazioni dell’ex Assessore alla mobilità e traffico, mentre lui, contattato telefonicamente non conferma, nè smentisce. Ma i ben informati assicurano che Ripa sia in rotta con i mantovaniani già da qualche tempo.

L’ex Assessore dimissionato per omofobia sperava in una perfomance elettorale tale da riconfermagli il posto in giunta, ma così non è stato. Un malcontento che sarebbe cresciuto, poichè lo stesso Ripa non avrebbe ricevuto quelle rassicurazioni richieste ai due riferimenti: Alfredo Mantovano ed Erio Congedo. Ripa insomma avrebbe scelto il momento più delicato, ossia le trattative fra le due correnti all’interno del Pdl per le nomine dei Presidenti delle Commissioni consiliari, per indebolire la componente mantovaniana, ufficializzando la sua uscita e di fatto indebolendo la posizione di Pierpaolo Signore, in corsa per la Presidenza della Commissione Bilancio che oggi, alla luce dello sfaldamento del gruppo dell’ex Sottosegretario in Consiglio comunale, potrebbe andare a ‘Lecce città del mondo’, ossia Oronzio Tramacere. La civica del Sindaco, grazie alla rinuncia di ‘Grande Lecce’, porterebbe a casa due Commissioni, 5 invece quelle che spetterebbero al Pdl. All’Urbanistica resta in pole Angelo Tondo, Commissione richiesta da Io Sud che dovrebbe incassare invece i Lavori pubblici. 1 Commissione anche per ‘La Puglia prima di tutto’.

di Francesca Pizzolante