Calcio: Roma saluta De Finis e difende la brindisinità

roma

BRINDISI – Le dimissioni di De Finis? Mi dispiace, ma il progetto biancazzurro va avanti lo stesso. Questo, in sintesi, il succo della nota diramata dal Presidente del Città di Brindisi Giuseppe Roma, all’indomani delle dimissioni da socio di maggioranza di Annino De Finis, imprenditore foggiano entrato in rotta di collisione, ormai insanabile, con la dirigenza.

Di certo uno scossone importante ma, per Roma, non una bufera. Il Presidente non entra nel dettaglio delle motivazioni addotte dall’ex socio, ma anzi lo ringrazia per il lavoro e l’impegno profuso in questi mesi.

“E’ mancata una visione unitaria di scelte e orientamenti – scrive Roma – ma voltiamo subito pagina. Perchè se la società perde – non perde il progetto Città di Brindisi che mantiente intatto il suo entusiasmo.” Poi, Roma chiarisce un concetto, quello della brindisinità, “che non è né un ripiego, né una seconda scelta”.

Questa, in  fondo, l’unica frecciatina all’ex socio. Tra 10 mesi, classifica alla mano, vedremo chi avrà avuto ragione.