Abuso’ della figlia di 9 anni: nei guai ex poliziotto di Nardò

aula
NARDO’ – Presunti abusi sulla figlia di 9 anni. E’ finito nei guai un ex poliziotto di Nardò che lavorava presso l’ambasciata italiana in Russia. L’uomo è stato scritto sul registro degli indagati dal sostituto procuratore Carmen Ruggiero che sta facendo luce sulla vicenda, dopo la querela presentata dalla madre della bimba, donna poliziotto in servizio presso l’ambasciata, ma di origini russe.

La coppia si sarebbe conosciuta proprio sul posto di lavoro. Dalla relazione è nata la bambina. Qualche anno fa però i due si sono separati e il neretino è tornato in Italia. La madre invece è rimasta in Russia con la piccola. Di tanto in tanto però la donna avrebbe accompagnato la figlia nel Salento per permetterle di incontrare il padre.

I fatti su cui indaga la Procura, si sarebbero verificati proprio l’estate scorsa. La sera dell’11 giugno la bimba, che oggi ha 10 anni, avrebbe telefonato alla madre in lacrime, dal bagno della residenza estiva del genitore, per raccontarle di strani atteggiamenti del padre. L’ex poliziotto l’avrebbe palpeggiata ripetutamente, almeno secondo quanto sostiene la bambina che, ascoltata dal pm, avrebbe confermato i presunti abusi.

La stessa sera la donna, di origini russe, avrebbe lanciato l’allarme e, a casa dell’ex poliziotto, sarebbero giunti gli agenti del Commissariato di Nardò. Qui però avrebbero trovato l’uomo immerso in un sonno profondo. L’ex poliziotto soffre infatti di una sorta di narcolessia, che lo colpisce spesso, soprattutto nei periodi di forte stress. Nel corso delle indagini, la madre ha presentato un ulteriore esposto in cui ha denunciato altri episodi di presunti palpeggiamenti subiti dalla bimba, in precedenza, ma che la piccola le avrebbe confidato solo dopo l’estate scorsa.

Ora la Procura ha chiesto al gip Vincenzo Brancato, un incidente probatorio. Il 17 settembre prossimo il giudice nominerà un perito, la psicologa infantile Marilena Mazzolini, che si occuperà di valutare l’attendibilità della presunta vittima. Solo dopo si procederà all’ascolto della bimba, che tutt’oggi abita in Russia con la madre.

Monica Serra

Commenti

  1. Zaklina scrive:

    Conosco bene quei posti per esserci stato in vacnaza varie volte. Confermo che si mangia benissimo e con poca spesa. Giusto e da seguire senz’altro il consiglio di un altro lettore che suggerisce di concentrarti sui vini salentini piuttosto che sulla birra E poi a Castro non devi perdere l’occasione di visitare le grotte della Zinzulusa, piccole ma bellissime. O se vuoi sciropparti un bel po’ di km e fare il turista puoi sempre arrivare a Castellaneta, pif9 a nord, dove ci sono le famosissime omonime grotte, tra le le pif9 belle e maestose in assoluto.Buon divertimento!