Lecce, i soccorsi partono a singhiozzo

soccorso

LECCE – L’assistenza sanitaria estiva nelle marine leccesi è partita, ma non dappertutto. La Asl di Lecce ha adottato la deliberazione n° 938 che programma l’apertura dei pronto soccorsi o guardie mediche estivi, che prevede l’attivazione dal 20 giugno al 10 settembre 2012. Un provvedimento -si legge nella nota della Asl- immediatamente esecutivo. Abbiamo fatto un giro partendo da Frigole. La marina è affollatissima, soprattutto di domenica, ma il pronto soccorso è chiuso.

Eppure dovrebbe essere attivo già da 4 giorni. Il titolare dello stabilimento adiacente alla sede del pronto soccorso, ci spiega di essersi informato con chi di competenza e che gli è stato assicurato che il servizio dovrebbe partire domani. “Nel frattempo -dice- siamo abbastanza attrezzati per soccorrere noi i bagnanti in caso di necessità“.

Pochi km di costa più in là, tutt’altra situazione troviamo a Torre Chianca: qui la guardia medica è aperta, c’è un  medico ogni giorno fino alle 18 e per tutta l’estate. In più c’è il 118, con un’autoambulanza pronta ad intervenire in caso di emergenza.

A S. Cataldo c’è già un medico a presidio del pronto soccorso; a Casalabate la situazione è in stand by a causa del passaggio della marina da Lecce ai comuni di Squinzano e Trepuzzi. Per questo, a quanto se ne sa, i distretti sanitari di Lecce e Campi stanno collaborando per risolvere in fretta la questione.

Insomma: la stagione estiva è già entrata nel vivo, ma i pronto soccorsi non sembrano essere poi così pronti.