Picchiato e rapinato, terrore in caffetteria

carabinieri

MARTANO (LE) – Picchiato, rapinato e rinchiuso nello sgabuzzino. È stata una notte di terrore per un 36enne di Caprarica che, intorno alla mezzanotte, è stato sorpreso da due rapinatori all’interno della caffetteria “Sbocchi”, in via Trinchese, a Martano.

I banditi hanno fatto irruzione intorno alla mezzanotte, quando l’uomo era solo all’interno del bar, in procinto di chiudere bottega.

Entrambi i rapinatori avevano il volto coperto da calzamaglia, mentre uno era armato di pistola. Uno dei due si è poi avvicinato minacciosamente al 36enne, socio del titolare della caffetteria e lo ha colpito allo stomaco con un pugno. Dopodiché, i due malviventi lo hanno trascinato nello stanzino sul retro dell’attività, rinchiudendolo all’interno.

Avuto campo libero, i due banditi hanno allungato le mani nel registratore di cassa, prelevando 600 euro. Dunque, si sono dileguati subito, probabilmente a bordo di un’auto. Il 36enne è riuscito in qualche modo a dare l’allarme, contattando la vigilanza ed i carabinieri che, al loro arrivo, lo hanno liberato. Agli investigatori, l’uomo ha raccontato che i due rapinatori non indossassero guanti, ragion per cui gli uomini della scientifica hanno eseguito numerosi rilievi, alla ricerca di impronte digitali lasciate dai banditi.

La caffetteria è sprovvista di telecamere ed i carabinieri stanno valutando la possibilità di acquisire i filmati delle telecamere nelle vicinanze. Le indagini, avviate dai carabinieri della Compagnia di Maglie, non trascurano il singolare incidente avvenuto nella notte, intorno alle 4.00, sulla Maglie – Leuca. Due persone, entrambe già note e con precedenti specifici per rapina, infatti, si sono andate a schiantare contro il garage di un’abitazione.

Quello dei militari, al momento, è solo un sospetto, ma sono in corso accertamenti.

di Claudio Tadicini