In 3.000 in piazza, cantano per Melissa

melissa_bassi

MESAGNE (BR) – Il suo sorriso e i suoi occhi su un banner calato dal palco, una vita davanti spezzata da un folle gesto. Per ricordare Melissa Bassi, i giovani di Mesagne cantano per lei, organizzano un concerto in piazza anche tra le polemiche.

Ancora una volta i giovani di questa comunità reagiscono, hanno coraggio, e portano in piazza Vittorio Emanuele a Mesagne 3.000 persone per ricordare la studentessa e per far sentire il loro calore alle altre ragazze ferite durante l’attentato. Questa sera è dedicata anche a Veronica, Azzurra, Sabrina, Vanessa e Selena. Proprio Selena era seduta tra gli spettatori in seconda fila. Mentre dal palco lo zio di Azzurra annuncia che la ragazza finalmente è uscita dal reparto ‘Grandi ustionati’ ed è stata trasferita in ‘Chirurgia plastic’a. Momenti intervallati da musica e da forti emozioni, con una lettera dedicata a Melissa dal suo fidanzatino Mario, mentre scorrono le immagini di loro due insieme. E poi il video messaggio di Al bano a papà Massimo e mamma Rita, Al Bano che come loro ha vissuto il dramma di perdere una figlia.

Le parole hanno lasciato il posto alla musica, sul palco dalla scuola di ‘Amici’ Loredana Errore e Luca Napolitano, e poi da Sanremo Laura Bono, Nicolas Bonazzi e Toni Maiello. Un concerto gratuito , durante il quale sono stati raccolti dei fondi per le famiglie delle ragazze ferite. Scorre così la serata tra palloncini bianchi, e le polemiche che si placano. Anche il sindaco Scoditti parla dal palco, con lui c’erano state delle incomprensioni. Ma questa è la sera della maturità e dedicata a Melissa, tutto il resto non conta. Perchè bisogna parlare, partecipare, il silenzio uccide due volte ha urlato la giovane Martina Carpani rappresentante dell’Unione degli studenti di Brindisi. Ad un mese dalla sua scomparsa Mesagne ha abbracciato così la sua Melissa.

di Lucia Portolano