Due chili di tritolo tra i detersivi: in manette i fratelli Rochira

ROCHIRA

FRANCAVILLA FONTANA (BR) – Saranno sottoposti ad interrogatorio di garanzia nelle prossime ore  i fratelli Rochira Cosimo e Giancarlo di Francavilla Fontana finiti nuovamente in manette  per detenzione illegale di esplosivo e ricettazione  . I Carabinieri della locale compagnia hanno infatti rinvenuto due chili di tritolo confezionato e  pronto all’uso  nascosti  tra confezioni di dersivi e saponi rinvenuti   presso la società “Plurimarket srl” posta sottosequestro alcune settimane fa .

I due involucri ,lunghi 20 centometri per un peso di 950 grammi ciascuno, erano sigillati con nastro isolante verde e si trovavano tra gli scatoli che i militari stavano inventariando tra la merce sequestrata. Un sequestro preventivo del valore di circa 3 milioni di euro avvenuto a seguito di alcune indagini partite dal coinvolgimento dei due fratelli in alcuni gravi fatti di cronaca . Cosimo Rochira 35 anni era stato coinvolto nel gennaio del 2005 nell’omicidio di Angelo Putignano avvenuto a San Giorgio Ionico , accusato di omicidio volontario e condannato in secondo grado a 14 anni di reclusione  con eventuale condanna in cassazione attesa tra qualche giorno.

Inoltre sempre Cosimo era stato testimone dell’omicidio di Vincenzo Della Corte commerciate francavillese freddato a colpi di fucile nell’ottobre del 2010 a San Michele Salentino . Diversi anche i precedenti penali a carico del secondo fratello Giancarlo Rochira di 26 anni .

di Lucia Pezzuto