Provincia, 15 milioni di euro in meno Ferrarese: “Ma manteniamo tutto”

massimo_ferrarese

BRINDSI – “In tre anni, dal giorno del nostro insediamento ad oggi, sono stati tolti trasferimenti da parte dello Stato di almeno 15 milioni di euro, circa 5 milioni all’anno.

A complicare la situazione la crisi economica generale, ma la nostra Provincia è un ente virtuoso, ha mantenuto i suoi impegni e non ha aumentato le tasse.” Presenta così Ferrarese il suo bilancio di previsione che sarà portato in Consiglio provinciale a fine giugno.

“ Con oculatezza, tagliando i rami secchi e stringendo la cinghia si possono governare gli enti –  afferma il Presidente di Palazzo di via De Leo – non c’è bisogno di urlatori di piazza che reclamano l’anti politica” chiaro il riferimento a Grillo.  Ma torniamo alla Provincia di Brindisi che sarà chiamata ad approvare un bilancio di 57 milioni di euro.

Con una revisione della spesa, sono stati apportati tagli di 1 milione e mezzo di euro alla Santa Teresa che comunque può vivere serenamente; liquidata la Cittadella della ricerca, per la quale la Provincia ha un piano di rilancio con la costituzione di una nuova società, risparmi per 900 mila euro alla Stp, ma confermati gli impegni – assicura Ferrarese, sostenuto dal suo assessore al Bilancio Enzo Baldassarre – con i corsi di laurea dell’Università di Bari e  del Salento.

E un impegno di spesa di 150mila euro anche per il nuovo teatro Verdi, per il quale si aspetta la convocazione del Consiglio di amministrazione con il nuovo Sindaco Consales per stabilire la nuova programmazione. Dalla Provincia lanciano messaggi di stabilità, in tutti sensi, senza aumenti della rcauto, né dei passi carrabili per le aziende, né sulla tassa per le caldaie.

di Lucia Portolano