Lecce, non solo calciocaos incombe la grana comproprietà

lecce calcio

LECCE – Oltre all’indagine sul calciocaos, con la dirigenza che ribadisce la sua estraneità, per il Lecce ci sono tanti nodi da sciogliere. Se per tecnico e mercato c’è qualche giorno in più, le comproprietà hanno breve scadenza.

di Raffaele Pappadà

Commenti

  1. Antonio scrive:

    E’ molto facile lasciarsi andare al disfattismo,è una caratteristica del tifoso (ancor più se leccese)ma fare processi mediatici giornalieri,basati su i “si dice”perchè signori miei le tanto sbandierate confessioni del “malvagio” Masiello e compari, questo sono !!! Non va bene , possibile che nessuno degli addetti ai lavori non intraveda l’ennesimo tentativo di gettar fango su una provinciale,ancor di più se si chiama US LECCE ,società modello ,forse l’unica che passerebbe attraverso la lente dell’ormai famoso fair-play amministrativo.Masiello si sarà indubbiamente venduta qualche partita,ma ‘l’autogol del derby ,non ha salvato il Lecce,che tra l’altro già vinceva e più volte aveva sfiorato il raddoppio,ha salvato l’incolumità di molti suoi compagni sotto minaccia degli ultras baresi arrabbiati per il campionato ma motivassimi previa scommessa a rifarsi le tasche giocando su risultati dell’amata squadra(Gillet docet)ora tutto si concluderà con pene soft dei colpevoli :Doni,Masiello,etc,andrebbero radiati per essersi prestati alla criminalità organizzata;e invece di cosa si parla in città? Del lecce che andrà in Lega Pro!!!!RIDICOLO !!!!!SE questo può far piacere a qualcuno a lecce(non alla società) sia,saremo tutti contenti….Compresi i nostri pseudo-tifosi ai quali nulla fatto dai Semeraro,è mai andato giù nel corso degli ultimi 18 anni